Le meritate vacanze! Goditele senza pensieri, i team di assistenza, sviluppo e manutenzione AS sono attivi anche ad agosto.
Dati imprecisi, incongruenti o mancanti non sono più un problema: siamo specializzati nella bonifica delle banche dati tributi, chiedici di più
Advanced Systems SpA è fornitore di servizi SaaS, CSP (Cloud Service Provider) qualificato e partner tecnologico per pagoPA
Il Wizard Interattivo per la Scelta del PSP è cambiato, il pagamento con pagoPA è ancora più immediato!
Siamo sempre alla ricerca di ambosessi appassionati di informatica, mandaci il tuo curriculum!
Sempre più attivi sui social, da oggi anche su instagram!

Eventi e seminari

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Imu prima casa, il pagamento slitta al 24 gennaio 2014

 

L'Imu sulla prima casa o in questo caso meglio conosciuta come mini-imu, slitta dal 16 gennaio 2014 al 24 gennaio. La parte residua della seconda rata 2013 non eliminata dal governo è stata così prorogata di 8 giorni in seguito a quanto previsto da un emendamento alla Legge di Stabilità presentato dal relatore Maino Marchi e approvato dalla commissione Bilancio della Camera.
 
L'obiettivo principale dell'emendamento è quello di concedere un lasso di tempo maggiore ai Caf, ai commercialisti ed ai cittadinti stessi di poter effettuare i conteggi necessari per il pagamento dell'imposta dovuta. In questa nuova data dovrà essere versato il tributo dovuto a tutti quei Comuni ove nel 2013 si è decisa un'aliquota Imu per la prima casa maggiore di quella base prevista dalla legge pari al 4 per mille, la cui differenza verrà pagata dallo Stato per il 60% e dai contribuenti per il 40%.
 
Per conoscere il valore della mini-imu da pagare in questa nuova data bisogna tenere in considerazione proprio queste percentuali. E' necessario infatti innanzitutto calcolare la base imponibile che è data dalla rendita catastale rivalutata del 5% e poi moltiplicata per il coefficiente moltiplicatore che è per le abitazioni principali pari a 160. Il valore così ottenuto poi deve essere moltiplicato per l'aliquota, superiore al 4 per mille, decisa dal singolo Comune tenendo in considerazione anche la detrazione fissa di 200 euro concessa per la prima casa e quella eventuale di 50 euro per ogni figlio convivente minore di 26 anni. A tale importo dovrà poi essere sottratta l'aliquota Imu standard che si ottiene dal valore della rendita rivalutata e moltiplicata per il coefficiente e per il 4 per mille meno le detrazioni. Il 40% di tale differenza sarà l'importo che i contribuenti dovranno pagare.

Nel caso in cui il conteggio del pagamento di tale imposta non risulti agevole o semplicemente si vogliano maggiori certezze, può essere consultato Calcolo Imu, il software gratuito della Avanced Systems, sul sito riscotel.it. L'utile servizio può essere anche scarito sul proprio dispositivo mobile da google play o su app store.
 
 
 
 
 

  • 01 Ago 2020
    Buona estate da tutto lo staff AS

    Qualcuno va in ferie...ma noi no! L'assistenza è sempre attiva

    Vai a >>

  • 31 Lug 2020
    Il Mattino di Salerno: Cava de' Tirreni presenta LINKmate

    Cava de' Tirreni (SA) è in fase di valutazione del trend contabile, ma LINKmate è un investimento in cui l'amministrazione crede fermamente

    Leggi l'articolo de "Il Mattino"

  • 28 Lug 2020
    Cava de' Tirreni presenta LINKmate ai contribuenti

    Il dirigente del comune nel salernitano, Stefano Cicalese presenta LINKmate alla cittadinanza

    Leggi di più

  • 27 Lug 2020
    Il Comune di Sant'Agnello (NA) è digitale e più vicino ai contribuenti

    L'amministrazione comunale di Sant'Agnello posticipa i pagamenti e invita i contribuenti alla digitalizzazione con LINKmate

    Leggi di più

  • 10 Lug 2020
    Un nuovo webinar sulle opportunità di pagoPA

    Giovedì 16 Luglio abbiamo organizzato un nuovo webinar su pagoPA: stavolta le best practice esposte saranno Gallarate, S.Maria a Vico e Tortorici

    Chiedici informazioni >>

  • 06 Lug 2020
    La Prealpina: "La città di Gallarate premia chi paga le tasse con addebito bancario"

    Da Gallarate è guerra ai contanti: non conviene!

    Leggi l'articolo de "La Prealpina"